Expo 1906: Verso la città moderna

La prima grande Esposizione internazionale in Italia fu allestita a Milano nel 1906, il suo simbolo era Mercurio con una ruota alata, associato alla nascente industrializzazione. Era pensata come un grande evento per riscattare la situazione economica e culturale della città e della penisola.

Le persone erano entusiaste all’idea di vedere cose nuove, mai viste prima come il Padiglione della Carrozzeria dove si lavorava l’acciaio e venivano esposte automobili e biciclette in movimento.

Tra le attrazioni c’era la possibilità di salire a pagamento sui palloni aereostatici. C’era anche la Galleria del lavoro e delle Arti industriali, uno spazio dedicato ai lavoratori, anche per ringraziarli dei loro sforzi; in questo padiglione si potevano osservare per esempio le tessitrici a lavoro.

Un altro Padiglione interessante era quello della Previdenza (settore che si occupa delle pensioni e delle assicurazioni per i lavoratori): si trattava di un tema nuovo, perché ai tempi non esisteva ancora una vera e propria Previdenza.

Nella Via del Cairo, inoltre, si potevano trovare veri e propri dromedari e si organizzavano eventi orientali. Per finire c’era il Padiglione della Marina, che con il faro Salmoiraghi, alimentato elettricamente, si rendeva visibile a grandi distanze.

Sicuramente l’Expo del 1906 è stata una grande occasione per la città di Milano.

Iotti Anna Lou e Borisova Lora

No votes yet.
Please wait...