Alessia Orro e l’incubo stalking

Essendo molto appassionata di questo mondo nello specifico, quest’oggi parlerò di pallavolo, affiancata a un argomento molto forte, lo stalking!

La Pallavolo, a parer mio, è lo sport migliore che ci sia! Accomuna donne e uomini di tutte le età, senza scontrarsi direttamente ma divisi in due campi opposti.
Vi descriverò brevemente la disavventura capitata alla ventunenne sarda, Alessia Orro, campionessa di pallavolo che gioca nella UYBA, squadra di pallavolo di Serie A1 di Busto Arsizio.


La giovanissima giocatrice racconta di essere stata perseguitata da un uomo di 52 anni, il quale veniva a tutti gli allenamenti e alle partite fissandola continuamente, lei pensava a concentrarsi in campo mentre ogni volta che si girava lo vedeva dietro di sé. Perciò l’ansia dentro di lei saliva sempre di più …
Stanca di queste persecuzioni, raccontò il fatto alle amiche, al fidanzato, agli allenatori e infine alla polizia.
Da sottolineare è il suo coraggio a dichiarare la sua paura ai suoi cari e riflettere sul fatto che quante tante più persone sono consapevoli della situazione, tante più possono difenderla e tenerla sotto controllo. Non pensava di riuscire a superare un incubo del genere e quando finalmente è finito, si è sentita molto più libera e sollevata.


Molte donne subiscono eventi simili e per paura non riescono a parlarne con altri, mentre in questi casi bisogna avere molta fiducia nelle istituzioni e dichiarare a più persone possibili ciò che succede.


Lo stalking può manifestarsi anche in comportamenti più gravi, come molestie, minacce, telefonate o attenzioni indesiderate, generando stati di ansia e paura arrivando a modificare comportamenti della normale vita quotidiana della vittima.


Io non so come lei abbia fatto a giocare continuamente e a fare gli esercizi durante l’allenamento, perché se io durante una partita o l’allenamento dovessi accorgermi che una persona qualsiasi mi dovesse fissare non riuscirei a svolgere gli esercizi o a giocare come prima, alla fine dell’allenamento dichiarerei subito tutti i miei sospetti alle allenatrici e alle mie compagne di squadra.
Il consiglio a tutti; parlate subito di tutti i problemi che avete!

Veronica, 2 F

Rating: 4.5/5. From 4 votes.
Please wait...