Il mio mito? Mia mamma!

Essendo io una ragazza molto selettiva e critica verso me stessa e verso glia altri, ed avendo l’asticella di paragone molto alta, la persona a cui vorrei somigliare e che mi ispira è MIA MADRE! Mia mamma si chiama Giuditta, è nata a Roma, ha 44 anni, occhi colore Nutella.

Ho sempre voluto essere come lei perché ha una grande autostima, ha la forza di dire sempre ciò che pensa in modo risoluto ma anche aperto ed ha il coraggio di cambiare, quando qualcosa non va. Quello che mi affascina di lei è la sua determinazione nel portare avanti le proprie idee ed i propri progetti, lavorativi e personali: con umiltà è partita da zero per arrivare ai suoi obiettivi, un lavoro gratificante, una posizione manageriale ed una famiglia, in cui amore, dialogo, rispetto e condivisione sono i punti principali. Inoltre, di lei, mi piace il modo creativo di pensare e la sua leadership. Lei mi ispira perché cerca sempre di aprire la mia mente a varie possibilità, meglio a diverse chiavi di lettura, mi insegna che tutto si può leggere da diversi punti di vista e che non sempre il mio può essere quello corretto, ma è solo il mio, cerca di farmi fare domande su me stessa e mi apre la mente. Mi ha trasmesso la passione per la lettura e la curiosità per tutto ciò che può arricchirmi. Penso di essere davvero fortunata ad averla, non solo come madre, anche come “amica” e compagna di avventure. Ammiro molto la sua figura severa e chiusa, ma allo stesso tempo dolce e serena. So che mi ama e che si fida di me e che tutto ciò che fa, anche i suoi NO, sono per la mia crescita e per formare la donna che sarò domani. Beh Signori e Signore lei è il mio mito, il mio idolo: mia Madre, Giuditta.

Ginevra, 1 F

Rating: 4.5/5. From 58 votes.
Please wait...

Lascia un Commento